Economix

Vi ricordate Garanzia Giovani?

Vi ricordate Garanzia Giovani? E’ stato adottato con Decisione della Commissione Europea l’undici luglio 2014 allo scopo di favorire l’occupazione di giovani di età compresa tra i 15 e i 29 anni non inseriti in un percorso di studio o formazione. Ne abbiamo parlato anche su Basilicatapost.it.

In Basilicata il piano di attuazione è del 16 settembre 2014, poi modificato a settembre e a dicembre 2015. Le risorse a disposizione sono € 17.207.780,00, impegnate per il 97%. Non sono state impegnate completamente, perché è stato richiesto alle Regioni di lasciare una riserva per i coprire i costi dei giovani residenti in Basilicata, che usufruiscono del percorso garanzia giovani in altre regioni. I giovani coinvolti (al 31.03.2016) sono stati 22.193 e di questi quasi l’ottanta per cento (17.399) sono stati destinatari di un servizio di politica attiva.

Oggi possiamo dirci a cosa sono stati destinati i fondi messi a disposizione. Il 12% dei fondi, ad esempio, è stato destinato a finanziare formazione mirata all’inserimento lavorativo, l’otto per cento è stato assorbito dal Bonus occupazionale (richieste accolte 311 al 30.03.2016), ossia da un contributo erogato dall’INPS alle imprese che assumono (da €1.500,00 a € 6.000,00), il 2% è stato destinato al Sostegno dell’autoimpiego e all’autoimprenditorialità, misura che probabilmente vedrà crescere il proprio peso nella II fase PIANO GARANZIA GIOVANI (prevista dal 1 luglio 2016), grazie alla possibilità per coloro che hanno concluso un percorso di accompagnamento di accedere (dal 01/03/2016 sarà possibile presentare le domande) a piccoli prestiti senza garanzie e a tasso zero attraverso il Fondo Rotativo Nazionale SELFIEmployment. La Basilicata ha aderito versando al fondo € 300.000,00.

Il 50% delle risorse è servito per finanziare i Tirocini formativi. Quest’ultima è stata indubbiamente la misura di maggiore successo e probabilmente acquisterà ancora una maggiore centralità nella II fase del PIANO GARANZIA GIOVANI.

4.024 i giovani interessati di cui 2.614 finanziati con Garanzia Giovani e 1.410 con il cosiddetto Decreto Letta, D.L. n. 76/2013. Di questi 320 si sono trasformati in contratti di lavoro a tempo indeterminato.

Al fine di incentivare le imprese ad assumere i giovani che sono stati coinvolti in un tirocinio formativo (attivato anteriormente al 31.01.2016), è stato previsto il SUPER BONUS TRASFORMAZIONE TIROCINI per i contratti attivati dal 01.03.2016 al 31.12.2016.

Ma tutto ciò ha un senso?

In un periodo di crisi lo Stato cerca di ridurre i costi per le imprese della ricerca del personale e della prima formazione. Qualche perplessità nasce solo per il Super Bonus. Appare più il tentativo di non vanificare quanto speso per i tirocini, che un’effettiva misura di incentivazione.