Senza categoria

I tessuti che prendono forma, le camicie e gli abiti di Paola Buttiglione

Le storie di una passione hanno tutte un filo comune, affondano le radici nell’infanzia e nelle tradizioni familiari.

La storia di Paola Buttiglione,IMG_20160116_210039 per come è iniziata, può sembrare simile a molte altre: una passione nata con lei, quando da bambina si divertiva a vestire le bambole come se fossero sue clienti, o quando osservava la madre sarta creare per donne esigenti o quando ascoltava rapita i discorsi della nonna che la trasportavano in una tradizione sartoriale di fine ‘800. In realtà, le storie di una passione di simile hanno solo il punto di partenza, sono, poi, i personaggi e i dettagli a fare la differenza, sono la determinazione, la motivazione e il talento a tenerci incollati a queste righe, con il desiderio di arrivare in fondo al foglio per scoprirne di più.

 

Di Paola colpisce soprattutto il pudore con cui racconta il suo percorso, dalla frequentazione della scuola superiore per disegnatrice e stilista di moda “Isabella Morra” di Matera, dell’Istituto di moda e costume di Bari, fino a quello dell’Accademia di Milano, per specializzarsi in disegno tecnico-artistico.

20150917_101945

Un curriculum di tutto rispetto il suo, che l’ha vista protagonista e vincente in molti concorsi nazionali e mondiali di alta moda, oltre alla partecipazione come costumista e sarta sul set di diversi film. Una donna di talento, appassionata, che realizza abiti su misura dal 1982.edited_1450507925811

È titolare di uno studio stilistico con annesso laboratorio sartoriale,FB_IMG_1446236627785 attraverso il quale produce proprie linee di abbigliamento. Quando arriviamo ad affrontare il tema della scelta dei tessuti, ci addentriamo in un mondo affascinante in cui è la funzionalità a fare da protagonista, più che l’estetica. La versatilità del “neoprene“, per esempio, per le sue caratteristiche di leggerezza, durevolezza, resistenza all’acqua e isolamento termico, lo ha portato ad essere utilizzato in diversi ambiti, da quello sportivo (le tute da sub) a quello tecnologico (custodie di tablet) fino al settore dell’abbigliamento e del design.

Da qualche tempo, però, Paola si dedica a quel piccolo indumento che accompagna la quotidianità di molti, la camicia. Mi soffermo a chiederle qualcosa in più di questo capo, anche la mia personale passione. Scopro che ha origini antiche, nato soprattutto come componente intima dell’abbigliamento maschile, in quanto sbucava dall’abito solo il colletto, e che oggi rientra anche nell’eleganza classica e formale del vestire femminile. Un indumento diventato, ormai, indispensabile nel guardaroba moderno, in cui un ruolo importante nella diversità dell’utilizzo lo rivestono i colori, i tessuti e le fantasie.

20160603_19514413428036_492127467664021_4509038475356901535_n

Paola ci porta a scoprire, così, il mondo del design legato alla manualità 2016-05-27 20.05.07del lavoro del sarto che coniuga la funzionalità all’estetica, che abbraccia un approccio alla vita in cui si può essere se stessi, anche se cambiano le tendenze. Paola si definisce una designer dallo stile semplice, pronta a plasmarsi alle esigenze e richieste di chi desidera un capo esclusivo ed unico.

Oggi possiamo trovarla a Matera, con il suo marchio “p.bì”, nel suo laboratorio di creatività. Certi che chi l’ha scelta lo ha fatto con la consapevolezza di intraprendere un viaggio, di quei viaggi in cui non ci si perde, in cui ci sarà sempre lei a fare da guida, con il suo sorriso, la sua professionalità, il suo sguardo sensibile al lato migliore di ciascuno di noi, un lato che va sempre valorizzato e mai nascosto.