Economix

Srl da un euro, il rischio vale un euro?

Srl a un euro. Non si tratta di una svendita… o forse si.

Per agevolare le start up cosa fa il legislatore? Inaugura nel 2012 le srl con € 1 di capitale sociale, o meglio le società a responsabilità limitata semplificate (istituite con la legge 24 marzo 2012, n. 27, divenuta pienamente operativa dal 29 agosto 2012).

A che punto siamo?

L’Unioncamere in un comunicato stampa (del 14/02/2014) ci informa che le cosiddette srl a 1€ al 31/12/2013 sono in Basilicata sono 267, di cui 154 costituite da under 35 anni (su un totale di 18.362 imprese, sempre secondo l’Unioncamere). La Basilicata è al sedicesimo posto tra le regioni italiane. A cosa è dovuto tale poco successo? Sono i lucani che non hanno capito lo strumento che il legislatore gli ha offerto? Nel resto d’Italia sono stati più pronti a cogliere questa fantastica opportunità? In Italia sono 22.712 le srl semplificate, di cui 8.484 nelle regioni del Mezzogiorno.

E allora?

Qualcuno ha capito cosa significa?

La srl ha una piena personalità giuridica e quindi risponde completamente con il proprio capitale. Naturalmente maggiore è il patrimonio più è solida e maggiore fiducia ispira ai creditori, incluso le banche.

Portando il capitale sociale a € 1,00, si priva il mercato di questa solidità, non sostituita con la credibilità personale dei soci, come avviene nelle società di persona.

E poi succedono cose buffe. Un’azienda per ottenere una fideiussione o un mutuo bancario deve acquistare titoli da lasciare in garanzia, deve immobilizzare liquidità su un conto corrente.

Qual è il messaggio che si sta dando agli imprenditori: puoi fare un’impresa senza soldi, senza rischiare nulla. Al di là di ciò che decide il legislatore, è effettivamente realizzabile?