Data Politica

Aspettando il 4 Marzo: le schede nulle nel voto degli ultimi anni

fac simile scheda Camera elezioni politiche 4 marzo

Attingiamo al prezioso archivio del Ministero degli Interni, per analizzare con i numeri un altro fenomeno: le schede nulle.

Annullare una scheda può essere una scelta per esprimere il proprio dissenso, la propria protesta o può essere semplicemente un errore. Non si è compresa la modalità di voto e si sbaglia.

A proposito, nelle prossime elezioni di domenica 4 marzo bisogna ricordare che il voto disgiunto non è ammesso dal sistema elettorale. Non si potrà votare per un candidato al collegio uninominale e, contemporaneamente, per una lista che non lo sostiene: la scheda sarebbe annullata.

Torniamo ai dati storici. Dal 1979 al 2013 quale è stata la percentuale delle schede nulle sul totale dei votanti?

La percentuale di schede nulle si attesta sia per le votazioni della Camera e del Senato intorno al 5-6 per cento, ad eccezione per le consultazioni del ’94, ’96 e del 2001, periodo in cui raggiunge addirittura il 13-14%.

Le schede nulle sono 60.779 alla Camera e 49.986 al Senato nelle votazioni del 27/03/1994, 51.535 alla Camera e 48.208 al Senato nelle votazioni del 21/04/1996, 54.882 alla Camera e 42.807 al Senato il 13/05/2001.