in evidenza Politica Sottani

A Potenza i conti in rosso anche in epoca romana

iscrizione romana a Potenza

Quella in alto è una iscrizione della Potenza romana, datata più o meno III secolo d.C..

Erano anni difficili per le casse municipali, tanto che l’imperatore decise di nominare un curatore del bilancio locale, un tal Marco Elvio Claro (M. Helvius Clarus) che proprio con questa iscrizione volle guadagnarsi la benevolenza della dea Mefiti (a proprie spese, sia chiaro, come specificato in calce: “d(e) s(ua) p(ecunia)”).

La carica di curator rei publicae Potentinorum scolpita nella pietra ci dice che era stato incaricato di vegliare sui conti traballanti del Municipio. A Roma avevano ritenuto il momento di incaricare un controllore, che  – caso raro – era della stessa città di Potenza. In genere, per evitare conflitti di interesse, si nominava curatore un forestiero. Ma Marco Elvio fa eccezione, come solo altri quattro casi in tutto l’impero: curatore dei conti del proprio municipio.

Una condizione che la città di Potenza contemporanea conosce bene, dopo anni di indebitamento, casse in crisi e due dissesti in meno di vent’anni. Di recente, per fortuna, a sollevare gli animi di un capoluogo un po’ spento è arrivato il calcio: la squadra rossoblù è capolista e macina gol e vittorie, una dopo l’altra.

Il campionato non è ancora al giro di boa, ma ovunque sventolano bandiere e sciarpe coi colori cittadini.  Come sulla porta di ingresso del bar Da Vito, piccolo regno degli sportivi in centro storico. E chissà che l’iscrizione commissiona da un antico curatore del bene pubblico e finita casualmente a due passi dalla bandiera al vento, non stia lì a esorcizzare un periodo di ristrettezze e vegli in qualche modo sulla ripresa cittadina, che in questi giorni sembra partire dallo stadio.

[Questo articoletto, e soprattutto queste informazioni, non sarebbero mai stati condivisi senza il prezioso apporto di Mimmo Colucci, archeologo e guida tra i meandri dalla mia città, in cui mi sono piacevolmente aggirata da turista in una delle visite guidate che spesso organizza. Un consiglio per i potentini residenti e di passaggio: seguite il profilo Facebook di Mimmo e al prossimo evento, non perdetelo!].