in evidenza Politica Sottani

A Potenza il PD è maggioranza e opposizione

Il consigliere comunale di Potenza del PD, Vincenzo Telesca, ha diffuso un comunicato in cui si dissocia dai manifesti comparsi sui muri del capoluogo in queste ore: quei manifesti sono firmati dal gruppo comunale del PD.

Quei manifesti sono contemporaneamente un attacco all’attuale amministrazione comunale del sindaco Dario De Luca e un appello al voto per la scelta del segretario regionale capace di costruire un nuovo PD. Ma su di essi non compare alcuna indicazione su quale dei candidati sostenere, tra l’ex sindaco Vito Santarsiero, il “pittelliano di ferro” Mario Polese e Vittoria Purtusiello di Fronte Democratico, candidata a sparigliare sicuramente le carte.

Il PD di Potenza è contemporaneamente maggioranza e opposizione in Municipio.

Una situazione di incoerenza che rasenta il sorprendente. E che, naturalmente, ha ripercussioni sulla capacità di prendere decisioni importanti, affrontare temi delicati o dare un qualunque indirizzo politico sensato per la città che dovrebbe essere amministrata (o difesa, a seconda che si sia nella parte del PD opposizione o nella parte del PD maggioranza).

Ora, tenendo conto che tutti e tre i candidati alla segreteria hanno uno o più consiglieri di riferimento in consiglio comunale, qualunque sarà l’esito delle elezioni per la segreteria regionale del PD lucano, la doppia personalità del PD di Potenza andrebbe messa nella lista più urgente delle cose da sbrigare.

 

update: sabato 2 dicembre, in mattinata, il capogruppo del Pd in consiglio comunale, Giampaolo Carretta, ha convocato una conferenza stampa in cui ha denunciato le scelte personale di alcuni esponenti del PD cittadino, quali il consigliere Vincenzo Telesca e l’assessore comunale Carmen Celi, che appoggiano – e fanno parte de – l’amministrazione guidata da De Luca, sindaco eletto con i voti della destra. Il PD, appunto, maggioranza e opposizione contemporaneamente.