Economix

Mercato auto: a settembre bene Fiat, ottimi gli ordini per la Renegade

E’ positivo l’andamento del mercato automobilistico italiano di settembre che, con oltre 110.000 vetture immatricolate, fa registrare un rialzo del 3,3% rispetto allo stesso mese del 2013. Bene il gruppo FIAT che, per la prima volta in questo 2014, supera la quota di mercato mensile con un lusinghiero + 4,6% pari a 31mila auto nuove vendute e una quota complessiva del 27,7%.

Il brand Fiat ( +1,5%) comanda nel segmento A dove Panda e 500 insieme valgono il 56,8%. Nel segmento B si difende la Punto che con 4.963 vetture fa meglio ( +7%) rispetto allo stesso mese dell’anno precedente.

Segno positivo anche per Lancia (+26,95) con Ypsilon che ottiene un +15,9% del segmento B, quota mai raggiunta nella storia del marchio.

Continua invece l’ascesa del marchio Jeep con +44,9% guidata dalla Grand Cherokee che si conferma tra le auto più vedute del suo segmento, così come la Cherokee.

E il futuro si annuncia ancora migliore per il marchio americano visto il grande riscontro di pubblico per il debutto nelle concessionarie della Renegade che, durante il weekend di lancio del 27 e 28 settembre, ha raccolto già oltre 200 ordinativi tra i 20.000 visitatori. Un successo tale da rendere necessario un secondo “porte aperte” per il 4 e 5 ottobre per consentire a tutti di provare la vettura che si produce nello stabilimento di Melfi.

A far sorridere Marchionne ci pensa anche Chrysler che fa registrare il 54° mese consecutivo di crescita sul mercato italiano facendo registrare il miglior settembre dal 2005 con 170.000 auto vedute  (+19%) rispetto alle 143.000 dello stesso periodo dell’anno scorso.

Le note stonate per FCA arrivano da Alfa Romeo che chiude settembre a -14,9% e poco più di 2.300 auto immatricolate.

Intanto oggi è anche il gran giorno della 500x. Il mini suv della FIAT sarà finalmente svelato a giornalisti e addetti ai lavori al Salone di Parigi. Anche sul successo di questo modello si scriverà il futuro produttivo dello stabilimento SATA di Melfi.